PRATICALINGUA

SUCETA: 1972 E Fanghe Rosse



In u 1973, a mubilizazione di u populu permetterà un’altra vittoria per salvà l’ambiante è a salute pùblica. Sta mubilizazione si ferà contru à a sucetà di a Montedison, cù u scàndalu di e fanghe rosse.

In u 1972 i corsi, è in particulari i piscadori, s'avvèdenu chì a Montedison sversava mullizzi chimichi à a larga di u Capicorsu. I stati cuncernati - talianu è francese - ùn fendu nunda, in u 1973 si passa una manifestazione in Bastia cù assai mondu. Incidenti impurtanti, zerga, scuntentu, u Prefettu hè scuzzulatu è Edimondu Simeoni arrestatu cù l’Aghjuntu di Bastia, Vincente Duriani.

A zerga trà u pòpulu cresce è ghjè una greva generale u 26 di ferraghju chì vene dichjarata. U custattu hè sèmplice, per i Corsi, a Francia ùn li difende micca.

Di ghjugnu, Ghjiseppu Stromboni và in Beyrouth à u cungressu mediterraniu à dumandà l’aiutu di l’ONU.

Davanti à u silenziu francese è européu, i clandestini di u Fronte Pupulare Corsu di Liberazione (FPCL) piglia è plastica un batellu di Montedison, u « Scarlino Secondo » u 15 di Settembre. Tutti i corsi è ancu tutti l’eletti sò cuntenti perchè dopu à stu scoppiu, a Montedison hè cundannata è un sò piantati i sversamenti di fanghe rosse in mare.